IL CREVAL, DA NOVEMBRE SOTTO L’ATTENZIONE DELLA BCE

 

Sono 15 le banche italiane i cui attivi sono posti all’attenzione della Bce. La banca centrale europea ha annunciato l’imminente avvio di un approfondita procedura di analisi delle maggiori banche in Europa, una procedura che era stata decisa in vista del ruolo di autorità di vigilanza centralizzata che dovrà assumere.

L’analisi inizierà a novembre e si protrarrà per 12 mesi, verrà operata in collaborazione con le autorità di vigilanza nazionali e con terze parti indipendenti, ha spiegato l’istituzione di Francoforte con un comunicato.

 
La Bce ha pubblicato la lista delle banche che verranno sottoposte ad accertamenti mediante questa procedura. Le italiane presenti sono 15: Banca Carige; Monte dei Paschi di Siena; Banca Piccolo Credito Valtellinese; Banca Popolare Dell’Emilia Romagna; Banca Popolare Di Milano; Banca Popolare di Sondrio; Banca Popolare di Vicenza; Banco Popolare; Credito Emiliano; Iccrea Holding; Intesa Sanpaolo; Mediobanca; UniCredit; Unione Di Banche Italiane e infine Veneto Banca.

 

I commenti sono chiusi.